Versione italiana • English Version

ItalianFlag American Flag

Visione gratuita

2022 Online Program
Cliccare sul programma

In lingua originale con SOTTOTITOLI IN INGLESE

Si ringraziano tutti gli sponsor per il gentile contributo

Italian Cultural


Vitti
"una lettera di stima e affetto verso una delle più talentosa personalità del cinema italiano" - IL FATTO QUOTIDIANO
TRAMA: Un documentario incentrato su uno dei volti femminili più noti del cinema italiano, in particolare in quello della seconda metà del Novecento. Monica Vitti è un nome che rimanda subito al grande cinema, quello di Antonioni, di cui è stata la musa, e di Monicelli, con cui ha collaborato diverse volte. Ma tanti altri sono stati i cineasti che l'hanno voluta davanti alla macchina da presa, da Dino Risi a Luciano Salce, fino al surrealista Buñuel.

È un omaggio alla sua carriera e alla sua vita. Si ripercorre l'ascesa artistica di una stella, divisa tra il cinema e la TV, per la quale non ha interpretato solo telefilm, ma è stata ospite in diversi programmi. Inevitabilmente non si può non parlare anche della vita privata di questa donna, capace di essere definita solare e allo stesso tempo introversa. Tante le persone che nel documentario intervengono per raccontarla e condividere il momento in cui l'hanno conosciuta, da amici e colleghi, a critici e scrittori, fino agli esperti di costume.

Nonostante sia stata costretta dalla sua malattia a tenersi lontana dalle scene e dai riflettori, la Vitti e’ rimasta comunque una stella del cinema internazionale, in grado di brillare anche senza essere illuminata fino alla sua scomparsa il 2 febbrario 2022.
CAST: Paola Cortellesi, Carlo Verdone, Christian De Sica, Pilar Fogliati
ANNO: 2021
DURATA: 80 min.
GENERE: Documentario
RATING: USA: no rating

ORARIO: 18 marzo, ore 15,00 alle 15,00 Eastern Daylight Time del 20 marzo
   

 

NOTE DEL REGISTA:     FC

Fabrizio Corallo, nato a Trani, si è laurato in giurisprudenza. Si occupa di cinema e di spettacolo dal 1979: dopo essere stato assistente alla regia di diversi film – diretti tra gli altri da Pupi Avati e Renzo Arbore - si è trasferito a Roma nel 1980 iniziando a collaborare con articoli ed inchieste dedicati soprattutto al cinema ma anche alla tv, al teatro ed alla musica a diverse testate giornalistiche.
In merito al suo documentario, Corallo ha detto che è “un omaggio a quella che è stata una delle attrici più importante in assoluta del dopoguerra.”


DISTRIBUTORE: Dazzle Communication, Piazza Sannazaro 71, Napoli